Image

Massoterapia


La massoterapia, ovvero il massaggio terapeutico,
è diretta a curare, secondo prescrizione medica, affezioni di varia natura (muscolari, articolari, cicatriziali, edemi, versamenti, esiti di paralisi ecc.) ed implica una stretta collaborazione fra medico e massaggiatore. Numerose sono le tecniche sviluppate per la risoluzione di patologie non solo muscolari, ma anche fisiologiche, che si distinguono sia per l’utilizzo delle stesse manovre in uno schema differente sia per il differente approccio alla fisiologia.

La massoterapia è funzionale al trattamento manuale diretto dei tessuti molli. La funzione generica del massaggio è indirizzata alla conservazione di un buono stato di efficienza psico-fisica della persona e ad ovviare alla decadenza senile dei tessuti cutanei e sottocutanei. Se saggiamente dosato, esso può effettivamente risultare benefico al corpo specialmente per le persone sedentarie con problemi circolatori. Con la sua azione diretta e meccanica si propone di facilitare la circolazione sanguigna, linfatica e umorale determinando:

• un utile contributo al riassorbimento degli edemi

• un’accelerazione del ricambio dei tessuti trattati

• una rapida mobilizzazione e immissione in circolo di eventuali residui di scorie

• il facile dissolversi dei depositi organici post traumatici o di altro ricambio (celluliti, pannicoliti, nodosità sottocutanee, nodosità muscolari...) e l’accelerazione del ricambio dell’acido lattico nel muscolo affaticato.

Il massaggio Classico


ll 
massaggio classico agisce rilassando e tonificando la muscolatura, riscaldandola prima di fare uno sport o defaticandola nella fase successiva. Migliora la circolazione, aiuta il drenaggio dei liquidi corporei e la funzionalità intestinale. Può essere praticato anche giornalmente, per una durata di circa 30/60 minuti. Il ritmo con cui si agisce è abbastanza veloce, la pressione va da leggera a media e i movimenti sono quasi esclusivamente di sfioramento, frizione e impastamento. Le percussioni sono eseguite soltanto sulle masse muscolari più voluminose
Lo scopo principale è quello di conservare un buono stato di efficienza psico-fisico agendo particolarmente su cute e sotto-cute.

 

 

I benefici del massaggio classico

 

  • Pelle più sana e luminosa
  • Rilassamento
  • Allentamento delle tensioni muscolari
  • Stimolazione linfatica
  • Miglioramento della funzionalità dell’apparato cardiocircolatorio
  • Diminuzione dello stress
  • Respirazione
  • Eliminazione dei blocchi emotivi ed energetici

 



Image

Il massaggio Linfodrenante


Il massaggio linfodrenante interviene sul flusso dei vasi linfatici con benefici in termini di migliore circolazione e un effetto favorevole sul drenaggio dei liquidi stagnanti, promuove il circolo linfatico ed è una tecnica particolarmente dolce e armonica che mira all’equilibrio idrico dei tessuti.

Una delle tecniche più applicate è il metodo Vodder, dal nome del biologo danese che negli anni ’30 ne ha messo a punto il protocollo per favorire lo scorrimento della linfa nel corpo.

 

Uno degli utilizzi più popolari del massaggio linfodrenante è il contrasto ai fenomeni della ritenzione idrica e della cellulite. E’ particolarmente efficace nel promuovere la scomparsa del gonfiore e l’eliminazione dei liquidi in eccesso, con effetti che si notano sin dalla prima seduta, e la diminuzione graduale dell’inestetismo.

Il massaggio linofdrenante è indicato per:

  • Gonfiori/edemi
  • Ematomi
  • Cicatrici
  • Cellulite / lipoedema
  • Acne
  • Couperose (eritema facciale persistente)
  • Stati infiammatori / irritativi della pelle (dermatite)
  • Smagliature
  • Invecchiamento
  • Linfedemi
  • Lipoedemi
  • Fleboedemi
  • Disturbi di origine reumatica (disturbi articolari, disturbi extra-articolari, sclerodermia)
  • Disturbi neurologici (cefalee ed emicranie, nevralgie del trigemino)
  • Edemi gravidici
  • Edemi premestruali
  • Stitichezza
  • Edemi post-operatori e post-traumatici
  • Disturbi circolatori a carico del microcircolo, interventi di chirurgia vascolare
  • Cicatrici anomale (cheloidi, c. ipertofiche, aderenze cicatriziali)
  • Ustioni
  • Ulcere varicose



Image

Il massaggio Miofasciale



Con il termine Miofasciale si intendono una serie di stimoli come scivolamenti, pressioni, scollamenti, frizioni ecc a livello del sistema muscolare che possono interessare l’intero sistema di fibre muscolari, un gruppo definito di muscoli, o anche tutta la muscolatura dell’organismo, volti ad ad avere un effetto benefico sui sistemi che concorrono all’ottenimento della corretta fisiologia umana.
Le tecniche miofasciali si applicano rispetto ad alterazioni anatomiche che comprendono contratture, elongazione, mialgie e ogni altra problematica di tipo superficiale che possono essere affrontate con interventi manuali o strumentali. Tali interventi sono funzionali ad affrontare gli scompensi muscolari, siano essi causa di disfunzioni più generali o effetto prodotto da disfunzione della fisiologia della persona dando libertà di movimento e riduzione delle tensioni muscolari.

Il massaggio Miofasciale è Indicato per:

  • Tensioni muscolari superficiali e profonde
  • Ipotonia
  • Ritenzione idrica
  • Zone edematose da stasi idrica
  • Lievi lesioni muscolari
  • Contratture
  • Retrazioni fasciali
  • Riequilibrio posturale
  • Trigger point
  • Trattamento cicatrici
  • Aderenze tra i vari piani dei tessuti fasciali




Image

Il massaggio Sportivo



Il massaggio sportivo, in senso generale si compone di 3 tipologie di applicazione che hanno, ognuna un diverso obiettivo:

Pre gara: Prepara il muscolo rendendolo pronto all’impegno

Post gara: Rilassa il muscolo dopo l’attività e non migliora i tempi di recupero

Mantenimento: Mantiene il muscolo funzionale e libera dai cataboliti prodotti dell’allenamento

 

Effetti del massaggio sportivo:

 

  • Rilassa la muscolatura
  • Favorisce il riscaldamento muscolare
  • Favorisce il ricambio metabolico
  • Agevola il drenaggio delle tossine prodotte durante lo sforzo
  • Migliora la circolazione
  • Aumenta l’ossigenazione dei tessuti



Image

Il massaggio Antistress



Il massaggio antistress integra corpo, mente ed emozioni che sappiamo collegate tra loro in modo sottile. Agisce a livello neuromuscolare comunicando a tutto il corpo un rilassamento psicofisico. È un valido strumento di prevenzione dello stress e di ottimizzazione dello stato di benessere generale. Questo massaggio è rivolto a tutti coloro che desiderano migliorare il proprio stato psicofisico. Dona benessere a chi lo riceve e contemporaneamente a chi lo esegue.

 

Obiettivi del massaggio antistress:

 

  • Scaricare la tensione nervosa attraverso la rimozione di ‘blocchi’ muscolari
  • Portare il ricevente ad una maggior coscienza del proprio corpo
  • Distogliere mentalmente la persona dal mondo esterno
  • Azione diuretica
  • Prevenzione delle malattie e rallentamento del processo d’invecchiamento
  • Funzione analgesica

 

 

Nella società moderna lo stress cronico è in crescendo e minaccia sempre più la qualità di vita dell’uomo.
Il massaggio è un utile strumento per combatterlo!


Image